Blog: http://palmieri.ilcannocchiale.it

Inflazione galoppante e costi della vita

         C’è chi ancora dice che l’inflazione è ad una cifra… Ma lo fa elaborando dati lontani dalla realtà, senza guardare alla situazione reale. Chi vive nella quotidianità non può non constatare che la spinta inflazionistica data dall’Euro sta proseguendo il suo cammino. La vita di un pensionato o di un impiegato medio (anche laureato) sta diventando sempre più complicata. A voler essere ottimisti la situazione si potrebbe riassumere così:

- fare la spesa 350-450 Euro al mese se sei da solo (altrimenti 500-700 senza bimbi sperando però di avere 2 stipendi);

- pagare l'ICI (dai 150 ai 600 Euro all'anno - oggi- poi quando rivaluteranno i parametri catastali molti di noi saranno costretti a vendere la casa);

- pagare la luce: in media 55 Euro al mese;

- pagare il gas: in media 70 Euro al mese;

- pagare il telefono e internet: in media 80 Euro al mese;

- pagare la monnezza: in media 30 Euro al mese in rate semestrali;

- pagare il condominio: in media 70-100 Euro al mese poi dipende tutto dall'immobile;

- pagare il bollo auto: circa 15 Euro al mese per una macchinetta;

- pagare l'assicurazione auto: circa 40 Euro al mese per un catorcetto senza incidenti;

- pagare il canone Rai: mi sembra intorno ai 100 Euro all'anno.

Poi ci sono tutte le spese sanitarie e quelle dei farmacisti (30 Euro per quattro pasticche), spese che la ASL passa sempre meno e con tempi di attesa improponibili. Poi ogni tanto ci sono dentista ed oculista che alleggeriscono il tuo portafogli di qualche centinaio o migliaio di euro. Poi qualche spesa di manutenzione straordinaria della casa (1000-2000 Euro).

Poi c'è l'abbigliamento e le scarpe... ci sono le spese bancarie...

...e poi ci sarebbero i divertimenti... poveri divertimenti... una pizza ogni tanto, 15 Euro nei posti più economici mangiando il minimo... Ovviamente escludo del tutte le vacanze e i viaggi all'estero.

Ebbene: queste sono tutte le uscite più che probabili. Ora parliamo delle entrate:

500 euro per moltissimi pensionati; 1250 Euro al mese gli impiegatucci pubblici.

Tra qualche anno tutte queste cifre (quelle dei prezzi, non quelle degli stipendi) raddoppieranno e migliaia di persone cadranno nella povertà più nera, pur lavorando tutto il giorno.

FP

Pubblicato il 17/6/2007 alle 9.51 nella rubrica Società.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web